Fuorisuolo

FuoriSuolo

COLTIVAZIONI FUORI SUOLO

Cosa sono?

Coltivazioni attuate in assenza del comune terreno agrario, nelle quali gli elementi nutritivi vengono forniti alle piante durante gli interventi d’irrigazione, attraverso l’utilizzo di concimi da sciogliere in acqua per l’ottenimento di una soluzione nutritiva completa di macro e micro nutrienti.

Classifica delle tecniche

Quali ortaggi si possono coltivare in fuori suolo?

Le varie tecniche di coltivazione fuori suolo si possono applicare alla gran parte degli ortaggi da foglia e da frutto. Per esempio, si possono coltivare con successo e rese molto soddisfacenti pomodoro, peperoni e melanzane, come del resto fragola, basilico, zucchini e molte altre.

Perché scegliere il fuori suolo

Le tecniche di coltivazione fuori suolo sono tecniche di coltivazione intensive da applicare in serra, dove le condizioni climatiche sono sotto il controllo dell’imprenditore agricolo, il quale può così massimizzare la resa della coltivazione (kg/mq), utilizzando nella maniera più razionale acqua, concimi e prodotti fitosanitari.

Con il fuori suolo è possibile:

Indispensabile

Corretto dimensionamento degli impianti , scelta dei materiali e apparecchiature

Corretta e precisa gestione degli interventi d’irrigazione

Scelta della ricetta nutritiva e suo dosaggio

Corretta e precisa gestione del clima della serra

Razionalizzazione interventi fitosanitari

Servizi offerti

Agrosostenibile fornisce un servizio completo di assistenza tecnica, che accompagna l’imprenditore agricolo a partire dalla scelta del sistema di coltivazione fuori suolo più idoneo alle proprie esigenze, dal più semplice al più tecnologico, sino alla programmazione e gestione della nutrizione, difesa e controllo dei parametri climatici durante la coltivazione.

 

RICHIEDI INFORMAZIONI